www.vivianapsicologa.org

www.vivianapsicologa.org
Viisita il sito www.vivianapsicologa.org

mercoledì 2 gennaio 2013

La bussola per gli orientatori....

In qualche post precedente (http://vivianascuola.blogspot.it/2011/07/chiara-la-fotografa.html; http://vivianascuola.blogspot.it/2011/01/mi-racconto.html; http://vivianascuola.blogspot.it/2011/02/questa-proprio-non-la-volevo-vedere.html) mi sono occupata di orientamento. In questo vi parlo ugualmente di orientamento, ma visto soprattutto dal punto di vista degli insegnanti, visto che voglio parlarvi di orientamento scolastico e non lavorativo/professionale. Quando si parla di orientamento viene subito alla mente la scelta della scuola superiore, COME GLI INSEGNANTI POSSONO AIUTARE I LORO PICCOLI-GRANDI ALUNNI IN QUESTA SCELTA COSì IMPORTANTE?
La prima cosa da fare è rendersi disponibili ad ascoltarli, ascoltare le loro domande più profonde che non riguarda solo "che scuola scelgo?", ma anche "chi voglio essere nella vita? cosa voglio fare da grande?". Per ascoltare, è necessario però creare occasioni di dialogo. Occasioni comuni, in classe, o in occasione della presentazione degli istituti superiori; ma io propendo anche per incontri individuali, con colloqui singoli dove un solo studente è al centro, non l'intera classe. Al centro di cosa? Delle riflessioni, delle constatazioni (ad es.: ti piace studiare, sei molto capace nelle lingue, vorresti diventare un cuoco famoso...), e anche al centro della valorizzazione. Il secondo importantissimo aspetto è cominciare non da quello che NON sa fare l'alunno, ma da quello che SA fare, dalle sue potenzialtà, dalle sue ricchezze... perchè su quelle potrà contare sempre, anche quando non ci saranno più gli insegnanti della secondaria di I grado.
Terzo aspetto, è altrettanto che gli insegnanti raccontino ai loro alunni come hanno vissuto e affrontato la loro scelta scolastica. Qualche percorso sarà stato chiaro e lineare fin da subito (ad esempio "ho sempre voluto fare l'insegnante di italiano..."), qualche altro percorso potrà essere stato meno lineare ("non avrei mai immaginato che avrei fatto l'insegnante, e ora invece eccomi qui..."); sicuramente sarà stata una scelta impegnativa.
Quarto ed ultimo punto.... non dimenticatevi che avete di fronte a voi ragazzi e ragazze che stanno crescendo e affrontando la vita con gli strumenti che stanno costruendo e imparando ad utilizzare....

Nel frattempo vi segnalo di tender d'occhio il mio sito professionale:
www.vivianapsicologa.org, poichè a breve metterò le slide dei corsi che ho organizzato e tenuto nelle scuole secondarie di I grado.
Buona navigazione!!

Nessun commento:

Posta un commento