www.vivianapsicologa.org

www.vivianapsicologa.org
Viisita il sito www.vivianapsicologa.org

mercoledì 26 maggio 2010

Crescere... insieme!

Dalla zona di sviluppo prossimale deriva anche un tipo di apprendimento chiamato Cooperative Learning, cioè apprendimento cooperativo e spesso erroneamente confuso con i classici 'lavori di gruppo'.

Andando nel dettaglio, questo metodo di apprendimento/insegnamento ha alcune caratteristiche:

- l'intera classe viene divisa in gruppi formati da 4/5 membri;

- le interazioni fra i componenti sono incoraggiate e strutturate;

- il gruppo ha una mèta comune;

- la presenza dell'insegnante diventa marginale.

In pratica: lezione di geografia. Ogni gruppo studia e si specializza su un aspetto (economia, territorio, agricoltura, ecc...): studiano assieme, si spiegano le cose che non capiscono, ogni componente del gruppo che incontri delle difficoltà si fa aiutare dagli altri membri del gruppo; poi ogni gruppo espone l'aspetto studiato al resto della classe, così poi ogni alunno avrà la visione complessiva della lezione. Alcune materie, ovviamente, si prestano di più, altre di meno: si fa difficoltà ad organizzare in questo modo una lezione di matematica, cosa che ho affrontato nella mia tesi universitaria e che condividerò nei prossimi post.

2 commenti:

  1. Sarà difficile anche capire come si pronuncia il nome dello studioso che ha concepito questo metodo. :-)

    In effetti sembra diverso dal semplice lavoro di gruppo in cui ogni componente si assume un compito per raggiungere un determinato obiettivo.
    Anche nel lavoro di gruppo l'insegnante può decidere se delegare la distribuzione dei compiti all'interno del gruppo o decidere se distribuirli sulla base delle varie abilità.
    Potrebbe in effetti rivelarsi utile proprio per quelle materie che hanno bisogno di approfondimenti a più livelli, come la storia e la geografia. Per la matematica sembra difficile, però potrebbe essere sperimentato. Aspetto con curiosità che affronti questo problema.
    Un buon fine settimana da giulia

    P.S. Sì, il blog è tutto tutto mio. Mi piace scrivere racconti.
    Sono una delle blog-girl di virgilio... :-))

    RispondiElimina
  2. complimenti davvero: mi piace leggere ciò che scrivi!!
    Buon fine settimana anche a te!

    RispondiElimina