www.vivianapsicologa.org

www.vivianapsicologa.org
Viisita il sito www.vivianapsicologa.org

mercoledì 3 marzo 2010

AMICIZIE REALI O VIRTUALI??

In questi giorni sono incappata in una ricerca (americana) sugli adolescenti e il rapporto che essi hanno con tv/internet/videogames e il rapporto con i genitori e gli amici (la profondità della relazione, l'unione...). I risultati son abbastanza ovvi e scontati:
maggiore è il tempo trascorso davanti alla 'tecnologia', minori sono le relazioni dal punto di vista sia della quantità sia della qualità.
Eccovi il link, purtroppo è solo in inglese, ma se volete una traduzione al volo ve la faccio volentieri!!

http://archpedi.ama-assn.org/cgi/content/short/164/3/258?home

Il rimedio sembrerebbe semplice: ridurre i tempi di esposizione davanti alla tv e al computer... ma è davvero così semplice? Epoi ci sono i cellulari, ormai quasi dei pc portatili...
Ritornare a giocare all'aria aperta e stare insieme con i propri amici, parlare con i genitori, soprattutto durante i momenti dei pranzi e delle cene assieme: si stava meglio quando non eravamo così evoluti tecnologicamente? Quando per vedere qualcuno dovevi andare a trovarlo a casa invece che accendere la webcam? Quando per chiamare gli amici suonavi il campanello (e ti rispondevano i genitori) invece che fare uno squillo al cellulare?
La ricerca americana ci dice proprio di sì.......

2 commenti:

  1. Annalisa Zennaro6 marzo 2010 07:32

    Come ogni cosa, si deve trovare il giusto equilibrio perchè sia positiva.
    L'era della tecnologia e di internet è sicuramente utile quando, per esempio, si hanno delle persone care lontane e invece di sentirle solo per telefono, ci si può vedere anche tramite la webcam; il cellulare, ormai indispensabile per tutti, è un ottimo sistema per comunicare imprevisti o rintracciare le persone in qualsiasi luogo (evitando preoccupazioni inutili).
    Non è sempre positivo però: è vero che i rapporti interpersonali si sono molto ridotti e la semplice lettera è ormai sparita da tempo. Ci si parla ormai in sintesi e non credo che torneremo mai indietro. Anche mio papà, 80 anni, sa usare il pc e il cellulare!
    L'unica cosa che possiamo fare è forse nel nostro piccolo...ci riusciremo?

    RispondiElimina
  2. Quanto hai ragione Annalisa! Il problema è che le tecnologie, nelle mani 'giuste', sono davvero utilissime (anche per sentire parenti e amici lontani fisicamente), ma nelle mani spesso inesperte di ragazzi diventano possibili strumenti di dipendenza: tra la nuove dipendenze ora appare anche la dipendenza da internet... approfondirò in un prossimo post l'argomento, perchè lo voglio condividere con voi!!

    RispondiElimina